Benessere & salute

 

Programmi di prevenzione, visite e consulti clinici gratuiti, tutto questo a Napoli in Piazza del Plebiscito!

Anche quest’anno è tornato, all’interno della GNP, il Festival Salute & Benessere, un vero e proprio evento nell’evento che ha avuto l’obiettivo di informare e avvicinare tutti i visitatori della manifestazione alle buone pratiche per un’efficace piano di prevenzione personale, primo step per un welfare attivo in materia di sanità e salute, nonché il primo passo per ridurre l’impatto sulla spesa sanitaria sia nazionale sia familiare.

I visitatori hanno avuto l’opportunità di:

  • informarsi sulle campagne di prevenzione attive         
  • partecipare a incontri mirati a specifiche problematiche           
  • sottoporsi a un check-up sanitario all’isola della salute

L’isola della salute è stato l’evento più attesa del festival, un’area nella quale i visitatori si sono potuti sottoporre a esami di primo livello, visite specialistiche e consulti, tutto ciò gratuitamente!

I professionisti presenti sono stati:

- Biologi nutrizionisti i quali, dopo aver profilato il candidato e le sue abitudini alimentari, hanno corretto i punti critici con un consiglio alimentare calibrato sul proprio stile di vita. Il progetto rientra anche fra gli appuntamenti organizzati da ENPAB della "Giornata nazionale del biologo nutrizionista in piazza” , che si prefigge di diffondere la cultura di una sana ed equilibrata alimentazione e di un corretto stile di vita;

- Medici specializzati in dermatologia con visite finalizzate alla diagnosi precoce dei tumori della pelle e sulla loro prevenzione, mediante la valutazione clinico-strumentale dei nei e la corretta esposizione al sole. Inoltre è stato proposto anche un counseling adeguato per la prevenzione delle infezioni trasmissibili sessualmente e una corretta gestione dell’affettività;

- Medici di medicina generale i quali, dopo una dettagliata anamnesi del paziente, hanno eseguito una diagnosi della funzione respiratoria del candidato attraverso misurazioni spirometriche;

- Infermieri professionali che erano a disposizione per misurazioni della pressione arteriosa nonché dimostrazioni sull’utilizzo di defibrillatori DAE e come praticare correttamente il massaggio cardiaco esterno in casi di emergenza; inoltre hanno proposto dimostrazioni per la  disostruzione delle vie aeree con particolare rifermento all’età pediatrica;

- Farmacisti i quali, grazie al supporto di Roche Diagnostics che ha messo a disposizione attrezzature apposite, hanno effettuato test lipidici, trigliceridi e colesterolemia per un’analisi di primo livello della salute della persona; 

- Psicologi hanno offerto interventi di consulenza e colloqui clinici con una programmazione varia sulle diverse tematiche legate alla prevenzione del disagio psicologico e alla salute mentale, alle tossicodipendenze, alle nuove dipendenze (ludopatie, internet, gioco d’azzardo..), alle patologie legate all’età evolutiva. 

- Cadiprof, per la salute al servizio dei professionisti, che ha effettuato dei semplici test non invasivi per valutare eventuali suscettibilità o predisposizioni al verificarsi di alcuni stati patologici. I test a disposizione saranno: invecchiamento cutaneo, intolleranza al lattosio, efficienza del metabolismo alla vitamina D ed altro. 

Hanno partecipato anche diverse start-up legate al mondo del benessere e della salute, prima fra tutte ScegliereSalute, un’app al servizio della buona sanità ed esempio di come le realtà 2.0 possono essere di sostegno in momenti particolari della propria vita.

Perché tutto ciò alla GNP? Perché è sempre più necessario avvicinare un pubblico ancora troppo poco cosciente che fare prevenzione, seguire una sana alimentazione, e mantenere un sano stile di vita sono il punto di partenza per vivere meglio: prendersi cura di sé è la prima forma di previdenza!

 

Il progetto dell’isola della salute è stato reso possibile grazie al sostegno di Farmindustria e alla collaborazione della casse di Previdenza di categoria (ENPAB, ENPAF, ENPAM, ENPAP, ENPAPI) , degli istituti specializzati (Istituto di Terapia Relazionale - I.Te.R), degli ordini professionali della provincia di Napoli (Ordine dei Medici, Ordine dei Farmacisti, Ordine dei Biologi, Collegio Provinciale IPASVI), delle associazioni territoriali (Cives e Respiro Flegreo) e dell’Università Federico II di Napoli.